Maria Pia Carola

Milanese di nascita, ha iniziato la sua carriera molto giovane dopo aver percorso il classico iter formativo dei pianisti: diploma al Conservatorio G. Verdi di Milano con il massimo dei voti e la lode; perfezionamento con i migliori maestri (Diploma di Merito della Accademia Chigiana con Guido Agosti) e successivamente con Paul Badura-Skoda, Franco Scala, Boris Petrushanskiy e Lazar Berman; partecipazione a concorsi nazionali e internazionali con cinque primi premi vinti.

Fin da giovanissima ha svolto attività come solista suonando in teatri e sale da concerto in Italia e in una ventina di nazioni di tutti i continenti. Ha suonato con numerose orchestre (Pomeriggi Musicali, Angelicum, Accademia Pescarese, Orchestra di Stato della Romania, Orchestra Sinfonica di Katerinoslav, Orchestra Filarmonica di Omsk, Orchestra di Odessa, Orchestra Sinfonica Accademici Jupiter ecc.) riscuotendo sempre ampi consensi di pubblico e critica.

Si è accostata alla musica jazz suonando in più occasioni con musicisti-amici come Renato Sellani, Arrigo Cappelletti e Gianni Alberti, mettendo in luce la contiguità tra i due generi che ha caratterizzato il lavoro di alcuni compositori del '900 come, per esempio, George Gershwin e Dave Brubeck.

Molto interessante la sua ricerca per integrare e creare sinestesia con le altre arti. Da un lato con la recitazione, creando spettacoli che talvolta sconfinano nel teatro: ha collaborato con Giorgio Strehler, Luigi Maio, Gianni Ferrario, Francesca Paganini, Paola Martelli ecc. Dall'altro con le arti visuali, creando spettacoli di notevole suggestione, in un primo momento proiettando immagini pittoriche durante i concerti e, in seguito, proiettando su più pareti del palcoscenico immagini in video appositamente progettate e realizzate da videoartisti per le musiche da lei eseguite. Sono un esempio di questi spettacoli-concerto gli Impressionisti (con musiche di Ravel, Debussy e Satie) le Variazioni Goldberg, gli Etude-Tableaux di Sergei Rachmaninof.

È docente al Conservatorio G. Verdi di Milano.

Ha inciso per Sony BMG e Symposium.